NOTE PER I PODOLOGI INERENTI IL COVID 19